Superbonus 110%: in arrivo un SAL straordinario?

News
13 Dicembre 2023


In Legge di Bilancio circola l’ipotesi di SAL straordinario per consentire il completamento dei lavori con bonus 110% e 90%. Ma il MEF smentisce. La proposta di “proroga” di due mesi del Superbonus condomini, servirebbe a concludere i lavori in itinere con le aliquote di detrazione al 110% o 90% grazie all’introduzione di uno stato di avanzamento lavori (SAL) straordinario.

Il SAL straordinario influirebbe sulla possibilità di scegliere lo sconto in fattura e la cessione del credito, chance che, lo ricordiamo, è riservata solo a chi ha presentato i titoli abilitativi entro il 16 febbraio 2023. In base alle regole attuali, chi ha ancora diritto allo sconto in fattura e alla cessione del credito, deve esercitare la scelta in relazione a ciascun SAL. I SAL non possono essere più di due e ognuno di essi deve riferirsi ad almeno il 30% dell’intervento. Potrebbe accadere che parte dei lavori, pagati nel 2023, non raggiungano la percentuale del 30% dell’intervento. Per queste operazioni, si perderebbe la possibilità di praticare lo scontro in fattura e la cessione del credito.

Di qui ha avuto origine la proposta del nuovo SAL straordinario, che darebbe il tempo di raggiungere queste percentuali di realizzazione dei lavori presentando la documentazione relativa al SAL straordinario entro il 10 o 12 gennaio.
Ma, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con una nota, ha escluso e smentito qualsiasi ipotesi di proroga del Superbonus circolata in queste ore.

Resta ora da capire se, con i dovuti approfondimenti sul costo del SAL straordinario, il Mef farà un passo indietro e la proposta arriverà in legge di bilancio.

Fonte: Redazione TFDI
Per avere informazioni e aggiornamenti tramite la nostra Newsletter, registrati qui
Se sei interessato in merito ad eventi e novità fiscali che riguardano il nostro CAF seguici su Linkedin e Facebook